.
Annunci online

 
Blackroses 
Terribilis Est Locum Iste
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Musica | What's up? | Keep on smilin' | Poesia | Frasi celebri | Molto personale | Sondaggi | libri | film |
 
Diario
1visite.

12 febbraio 2010

E il clown perse il naso...

 

C'era una volta  una donna dal carattere gioviale e allegro   che sentendosi realizzata aiutando gli altri decise un giorno di donare un pò del suo tempo ai bisognosi diventando clown sociale volontaria...
Bussò a una nota associazione con sedi su tutto il territorio italiano, e subito scoprì che per poter indossare il naso rosso, svolgere cioè volontariato come clown in ospedali e strutture tipo case di riposo , doveva pagare la belleza di 170 euro...
 Il costo, le spiegò la zelante addetta alle selezioni, riguardava soprattutto il corso di clown tenuto da professionisti del settore  della durata di tre giorni (un weekend) a cui  la signora avrebbe dovuto  prendere parte ...
Oltre ai 170 euro , la signora  sarebbe andata incontro a un  tirocinio formativo della durata di un anno... avrebbe cioè dovuto partecipare a incontri o riunioni di allenamento due volte al mese e prestare servizio obbligatoriamente due sabati o domeniche al mese della durata di almeno tre ore per incontro...

Cioè oltre a una cifra non indifferente era richiesto anche un notevole impegno fisico...
Quindi io mi chiedo e mi domando... ma perchè dover pagare obbligatoriamente  visto che già si offre una risorsa importante e preziosa come  il proprio tempo ???
Posso capire si fosse trattato di una donazione spontanea... (in fin dei conti anche per entrare in cri si fa un tesseramento e si sborsano una trentina di euri) o di una persona che voleva solo sostenere econmicamente l'associazione...maui si parla di dover pagare per svolgere volontariato e è a mio parere più che assurdo !

E qui la nostra cara dottoressa addetta al reclutamento si lanciò in una spiegazione alquanto fumosa sul  significato letterario della parola " organizzazione no profit" ...come se la povera signora fosse stata analfabeta o venisse da un altro pianeta...

Ovviamente tutte bla bla per intortare la nostra povera signora che già sapeva il significato del termine "associazione non lucrativa" e che sgomenta e indignata rispose educatamente "no, grazie vado altrove".

Facciamo i complimenti a questa associazione modello ...Vince a mio avviso  sicuramente il premio per "come allontanare pesone volenterose"

I AM DISGUSTED

sfoglia
gennaio