Blog: http://Blackroses.ilcannocchiale.it

Primo atto di coraggio dell'anno

 Inscenando un finto malessere per scongiurarne  uno reale  ho elegantemente rifiutato un invito a pranzo ,evitando così  lo spettacolo che ogni anno la mia family inscena nel periodo natalizio seguendo lo stesso copione   ...

                                  Pranzo con Rogo


Ambientazione ..
La scena si svolge attorno a una Tavola rotonda  nel soggiorno di  un piccolo appartamento sito al piano attico di un elegante complesso residenziale famoso per l'esclusività dei suoi inquilini, tutti  membri  della  "Pavia Bene "

Protagonisti ..

genitori di colei che fu la mia migliore amica d'infanzia ed adolescenza  e loro parentado, in totale una decina di persone o poco più che conoscono la Lady da circa 30 anni e che al momento della dipartita della sua madre biologica hanno deciso spinti da spirito caritatevole di vegliare amorevolmente su di lei..

Atto I
La strega entrando nel monolocale  attrae subito l'attenzione di un gruppetto  di persone riccamente agghindate che non esitano a tuffarsi su di lei  sommergendola di baci , abbracci , sorrisi, facendole mancare il fiato.
Contenti dell'arrivo  dell'elemento "esterno del gruppo e quindi da scoprire, da sondare " una volta lasciata libera di respirare , la fanno accomodare, e lei vagabonda, lei libera , così lontana dal loro modo borghese di vivere e pensare ,inspira profondamente per riprendersi dall'amorevole assalto e rimpiangendo la sua piccola abitazione ,si  sente come la portata principale succulenta e da sbranare ..

Atto II
Apparsi  in tavola i primi si da il via al pranzo e all 'interrogatorio alla strega ..indossate le loro eleganti maschere da inquisitori la studiano e la  scrutano come si farebbe con un animale selvatico appena catturato ..
il lavoro come va , e la  vita privata ?
Solite domande ...cambia anno ma il copione purtroppo rimane identico ..
Ovviamente non sazi dei primi e non soddisfatti delle sue risposte da donna ribelle ,
attendono con ansia il secondo mentre scuotendo in segno di diniego le teste coronate da perfette capigliature laccate e argentate ,tuonano consigli sentendosi saggi solo per aver vissuto un non irrilevante numero  anni ..
"alla tua età dovresti aver un compagno " "non è ora che ti cerchi un lavoro serio ? "
e lei ,per non essere scortese si morde la lingua e con movimenti agili e felini , evita  le loro parole eruttate dalle loro fauci tra un morso e l'altro ,sputacchiate  solo per il gusto di aprir bocca..
E anche se quei manicaretti preparati con estema arte son delizia per il suo palato, il suo stomaco inizia a chiudersi..

Atto III

Dulcis in fundo, con l'arrivo del panettone rigorosamente artigianale , uniti attorno a quel tavolo rotondo si  rievocano i bei tempi andati ,
come una vera e propria seduta spiritica si narrano con toni nostalgici  episodi di tempi che furono , 
di quando loro erano piu giovani, più belli  e con qualche acciacco in meno,
di com 'era bello vederla  giocare spensierata assieme alla loro figlia e nipote che da anni ha deciso di porre chilometri tra lei e loro..
Nemmeno bichieri saturi di costoso spumante aiutano ad  ingoiare quel nodo alla gola  che tali ricordi ti provocano..

Epilogo

Dopo il caffè che seppur senza zucchero risulta la cosa più dolce del pranzo forse in virtù del fatto che ne segna la fine , la strega si alza .. baci e abbracci , si accomiata esprimendo sincera gratitudine  per il loro affetto  , e silenziosamente si  complimente con se stessa per essere riuscita a resistere .
Uscita dal parco che circonda quelle eleganti costruzioni , aqgiunge alla lista dei buoni propositi quello  non ricascarci un'altra volta .

 meglio il silenzio e tepore del suo antro  che quel borghese  e caritatevole chiasso


Pubblicato il 1/1/2009 alle 21.2 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web